Home > BLOG > Gioielli in oro

Gioielli in oro

Conosciamoli e riconosciamoli meglio

L'oro è senza dubbio uno dei metalli più usati da sempre in gioielleria sia per il suo significato e la sua bellezza che per le sue caratteristiche fisiche che ne fanno il metallo preferito in gioielleria. L’oro puro, tuttavia, è molto morbido e praticamente impossibile da lavorare, per questo esso non viene utilizzato in gioielleria. I gioielli d'oro sono in realtà realizzati con una lega di oro ed altri metalli come rame, argento, nichel e zinco. La percentuale di oro presente nella lega ne definisce la purezza. Il massimo è rappresentato dall' oro puro 100% definito anche come oro a 24 carati 

Ecco una scala delle tipologie più comuni e del loro utilizzo:

24 carati = oro 100% è troppo morbido per i gioielli, si trova nei lingotti da investimento.
22 carati = 91,7% molto morbido non è raccomandato per i gioielli, si può trovare nelle monete
18 carati = 75,0% Molto usato in gioielleria
14 carati = 58,3% Usato in gioielleria
12 carati = 50,0%
10 carati = 41,7% Questo è il limite legale di carati per considerare la lega come vero oro negli Stati Uniti, mentre in Italia il limite è l’8 carati 33,3%

Ma veniamo al colore dell'oro.

Anzitutto dobbiamo specificare che il colore dell'oro è il giallo. Altre colorazioni sono dovute non all'oro ma agli altri metalli presenti nella lega.

Oro giallo: è il colore naturale dell’oro ed è l’oro più comune utilizzato per i gioielli. Di solito è in lega con rame e argento . Il colore dipende dal contenuto di oro e altri metalli. Un oro più puro ha un colore giallo più luminoso.

Oro bianco,  è una lega composta di oro combinato con nichel e argento o più raramente oro e palladio. Recentemente è diventato molto popolare contrapponendosi al tradizionale oro giallo. Oro bianco ha le stesse proprietà dell’oro giallo. A volte è placcato in rodio, un metallo ancora più bianco, per migliorarne l’aspetto.

Oro rosa è una lega composta di oro e rame, che gli conferisce un bel colore rosa, ma può esservi anche dell'argento. Più rame è presente più la colorazione tenderà al rosso (oltre il 20% di rame si parla di oro rosso).